giovedì 8 giugno 2017



UGL-CASERTA D'Angelo: " Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni -  300 famiglie ed una intera collettività a rischio"






Così dopo tanti sforzi e tanti sacrifici verranno a mancare  l’aspetto assistenziale ed educativo del territorio casertano oltre alla formazione scolastica di circa 400 studenti. Ma la grossa preoccupazione è rivolta al personale che per anni è stato impegnato in questa struttura garantendone il funzionamento e il raggiungimento di elevati livelli di eccellenza, accettando di vivere in precarietà il loro rapporto di lavoro attraverso un rinnovo che si è ripetuto negli anni, con mille difficoltà economiche non facendo mai venire meno il loro impegno.
Questo il commento di Giorgio Donato UGL, all’indomani dell’incontro avuto con il commissario della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, unitamente alle altre OO.SS., durante il quale si è paventato il rischio di chiusura per “ Fallimento” della storica struttura di Maddaloni, nonostante il pareggio di bilancio ottenuto dall’attuale gestione commissariale.
Il grave momento che sta attraversando il Villaggio, non può e non deve oscurare gli anni di storia caratterizzati delle attività che la Fondazione ha profuso a sostegno delle attività socio-assistenziale-educativo-formativo-scolastico per i giovani e le famiglie della provincia di Caserta, ha affermato Sergio D’Angelo, Segretario Generale della UGL di Caserta solidarizzando  con gli oltre 300 lavoratori a rischio ed invitando le Istituzioni tutte a non distogliere l’attenzione dalle possibili soluzioni.
E’ dal 2014 che i sindacati lottano, congiuntamente, per salvare la Fondazione riconoscendone l’importanza per il territorio sia a livello occupazionale che culturale, in un contesto, quello della Provincia di Caserta, già contaminato da altre gravi crisi e disseti. Sarebbe opportuno oggi più che mai, conclude Sergio D’Angelo, che tutte le parti sociali,  le forze politiche e le istituzioni del territorio si coalizzassero per evitare che la  Provincia di Caserta ed in questo caso il Comune di Maddaloni, subiscano un altro grave ed irreparabile smacco.

Nessun commento: