sabato 18 febbraio 2017




UGL: A Caserta si incontrano i quadri dirigenti del Sindacato Campano





Presso la Sede Casertana del Sindacato UGL si sono incontrati i quadri sindacali per confrontarsi, partendo dal territorio, sul modello futuro di Sindacato di  cui bisogna dotarsi per affrontare gli scenari futuri.
I Segretari Generali delle strutture territoriali, Sergio D’Angelo per Caserta, Costantino Vasiliadis per Avellino, Domenico Penna per Benevento e Franco Bisogno per Salerno hanno illustrato le criticità e peculiarità dei propri territori. Presenti il Segretario Generale della UGL Campania Enzo Femiano ed il Segretario Confederale Mario Carnevale che hanno elogiato gli appassionati interventi dei rappresentanti delle categorie, del Segretario Regionale della UGL Mare Almerigo Romano, del Segretario Regionale delle Attività Ferroviarie Crimaldi, la Segretaria Regionale della UGL Scuola Eliana Troise, a seguire i Segretari Provinciali Ciro Tarotto della UGL Metalmeccanici di Caserta, Michele Picardi della UGL Agroalimentare di Avellino, Antonio Volpe della UGL Costruzioni di Salerno e dei tanti altri che hanno mostrato la voglia di guardare al futuro partecipando al cambiamento.
"Il territorio resta l'unico vero protagonista alla basa della creazione del sindacato del domani" ha commentato il Segretario Generale della UGL Caserta, continuando "per essere realmente propositive e moderni non si può far altro che essere costantemente pronti a rispondere e reagire alle esigenze di un territorio in continua trasformazione.

L'idea della creazione di comparti di federazione regionali per unire le sinergie e le competenze territoriali è solo il primo dei pilastri necessari per fondare il sindacato del domani, emerso durante il corso della riunione dei quadri UGL. Gli impegni per la definizione di nuove idee non si concluderà alla sola riunione avuta presso la UTL di Caserta. Le riunioni proseguiranno in tutte le altre province della Campania dove continueranno i lavori per la creazione del sindacato del domani e che si concluderanno in un documento unico che sarà presentato alla conferenza programmatica nazionale.

Nessun commento: