martedì 20 giugno 2017


Scuola: Mascolo (Ugl),
programma Pon sia adeguato a riforma





"E' evidente che i cambiamenti introdotti dalla 'Buona Scuola' abbiano influito significativamente sull'iter

del Programma Operativo che, a questo punto, necessita di una radicale revisione".

Lo dichiara il segretario generale dell'Ugl Scuola, Mascolo, al termine della riunione del Comitato di

sorveglianza Pon 2014-2020 al Miur.

"Durante la riunione - spiega il sindacalista - e' emerso per il personale della scuola, in particolar modo

per gli istituti scolastici del centro-nord, le risorse economiche insufficienti rispetto a tutti i progetti

presentati; viceversa, nelle restanti aree del Paese, si segnala una difficolta' a predisporre la

documentazione necessaria a causa della nota carenza di personale. Si pensi inoltre che in molti licei,

soprattutto quelli musicali e sportivi, c'e' una drammatica carenza di attrezzature che sono necessarie

per la formazione".

"Per rendere piu' efficiente il programma - conclude - un'attenta razionalizzazione delle risorse

economiche, che dovranno essere utilizzate per prevedere un'ulteriore ottimizzazione del

funzionamento del sistema, cercando soddisfare la maggior parte dei progetti pervenuti dalle scuole e

valorizzando l'attivita' didattica delle stesse, a vantaggio di alunni e famiglie".

Roma, 15 giugno 2017



giovedì 8 giugno 2017



UGL-CASERTA D'Angelo: " Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni -  300 famiglie ed una intera collettività a rischio"






Così dopo tanti sforzi e tanti sacrifici verranno a mancare  l’aspetto assistenziale ed educativo del territorio casertano oltre alla formazione scolastica di circa 400 studenti. Ma la grossa preoccupazione è rivolta al personale che per anni è stato impegnato in questa struttura garantendone il funzionamento e il raggiungimento di elevati livelli di eccellenza, accettando di vivere in precarietà il loro rapporto di lavoro attraverso un rinnovo che si è ripetuto negli anni, con mille difficoltà economiche non facendo mai venire meno il loro impegno.
Questo il commento di Giorgio Donato UGL, all’indomani dell’incontro avuto con il commissario della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, unitamente alle altre OO.SS., durante il quale si è paventato il rischio di chiusura per “ Fallimento” della storica struttura di Maddaloni, nonostante il pareggio di bilancio ottenuto dall’attuale gestione commissariale.
Il grave momento che sta attraversando il Villaggio, non può e non deve oscurare gli anni di storia caratterizzati delle attività che la Fondazione ha profuso a sostegno delle attività socio-assistenziale-educativo-formativo-scolastico per i giovani e le famiglie della provincia di Caserta, ha affermato Sergio D’Angelo, Segretario Generale della UGL di Caserta solidarizzando  con gli oltre 300 lavoratori a rischio ed invitando le Istituzioni tutte a non distogliere l’attenzione dalle possibili soluzioni.
E’ dal 2014 che i sindacati lottano, congiuntamente, per salvare la Fondazione riconoscendone l’importanza per il territorio sia a livello occupazionale che culturale, in un contesto, quello della Provincia di Caserta, già contaminato da altre gravi crisi e disseti. Sarebbe opportuno oggi più che mai, conclude Sergio D’Angelo, che tutte le parti sociali,  le forze politiche e le istituzioni del territorio si coalizzassero per evitare che la  Provincia di Caserta ed in questo caso il Comune di Maddaloni, subiscano un altro grave ed irreparabile smacco.

giovedì 13 aprile 2017

Buona Pasqua 2017




La Unione Territoriale del Lavoro di Caserta , sita in Via Vivaldi 51
con il Segretario Sergio D'Angelo

A U G U R A

a tutti gli iscritti ed ai simpatizzanti di trascorrere una Santa e Serena Pasqua.
Tratto da:
IL TRADIMENTO DI GIUDA

[21]Dette queste cose, Gesù si commosse profondamente e dichiarò: "In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà".
[22]I discepoli si guardarono gli uni gli altri, non sapendo di chi parlasse.
[23]Ora uno dei discepoli, quello che Gesù amava, si trovava a tavola al fianco di Gesù.
[24]Simon Pietro gli fece un cenno e gli disse: "Dì, chi è colui a cui si riferisce?".
[25]Ed egli reclinandosi così sul petto di Gesù, gli disse: "Signore, chi è?".
[26]Rispose allora Gesù: "E' colui per il quale intingerò un boccone e glielo darò". E intinto il boccone, lo prese e lo diede a Giuda Iscariota, figlio di Simone.
[27]E allora, dopo quel boccone, satana entrò in lui. Gesù quindi gli disse: "Quello che devi fare fallo al più presto".
[28]Nessuno dei commensali capì perché gli aveva detto questo;
[29]alcuni infatti pensavano che, tenendo Giuda la cassa, Gesù gli avesse detto: "Compra quello che ci occorre per la festa", oppure che dovesse dare qualche cosa ai poveri.
[30]Preso il boccone, egli subito uscì. Ed era notte.
[31]Quand'egli fu uscito, Gesù disse: "Ora il Figlio dell'uomo è stato glorificato, e anche Dio è stato glorificato in lui.
[32]Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito.
[33]Figlioli, ancora per poco sono con voi; voi mi cercherete, ma come ho gia detto ai Giudei, lo dico ora anche a voi: dove vado io voi non potete venire.
[34]Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri.
[35]Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri".
[36]Simon Pietro gli dice: "Signore, dove vai?". Gli rispose Gesù: "Dove io vado per ora tu non puoi seguirmi; mi seguirai più tardi".
[37]Pietro disse: "Signore, perché non posso seguirti ora? Darò la mia vita per te!".
[38]Rispose Gesù: "Darai la tua vita per me? In verità, in verità ti dico: non canterà il gallo, prima che tu non m'abbia rinnegato tre volte".


sabato 18 febbraio 2017




UGL: A Caserta si incontrano i quadri dirigenti del Sindacato Campano





Presso la Sede Casertana del Sindacato UGL si sono incontrati i quadri sindacali per confrontarsi, partendo dal territorio, sul modello futuro di Sindacato di  cui bisogna dotarsi per affrontare gli scenari futuri.
I Segretari Generali delle strutture territoriali, Sergio D’Angelo per Caserta, Costantino Vasiliadis per Avellino, Domenico Penna per Benevento e Franco Bisogno per Salerno hanno illustrato le criticità e peculiarità dei propri territori. Presenti il Segretario Generale della UGL Campania Enzo Femiano ed il Segretario Confederale Mario Carnevale che hanno elogiato gli appassionati interventi dei rappresentanti delle categorie, del Segretario Regionale della UGL Mare Almerigo Romano, del Segretario Regionale delle Attività Ferroviarie Crimaldi, la Segretaria Regionale della UGL Scuola Eliana Troise, a seguire i Segretari Provinciali Ciro Tarotto della UGL Metalmeccanici di Caserta, Michele Picardi della UGL Agroalimentare di Avellino, Antonio Volpe della UGL Costruzioni di Salerno e dei tanti altri che hanno mostrato la voglia di guardare al futuro partecipando al cambiamento.
"Il territorio resta l'unico vero protagonista alla basa della creazione del sindacato del domani" ha commentato il Segretario Generale della UGL Caserta, continuando "per essere realmente propositive e moderni non si può far altro che essere costantemente pronti a rispondere e reagire alle esigenze di un territorio in continua trasformazione.

L'idea della creazione di comparti di federazione regionali per unire le sinergie e le competenze territoriali è solo il primo dei pilastri necessari per fondare il sindacato del domani, emerso durante il corso della riunione dei quadri UGL. Gli impegni per la definizione di nuove idee non si concluderà alla sola riunione avuta presso la UTL di Caserta. Le riunioni proseguiranno in tutte le altre province della Campania dove continueranno i lavori per la creazione del sindacato del domani e che si concluderanno in un documento unico che sarà presentato alla conferenza programmatica nazionale.