venerdì 30 dicembre 2016

”NATALE IN BIANCO” : Flash mob  in Piazza Margherita  degli  “Operatori  Fantasma ”  dell’Ambito C1 


Natale in Bianco per circa 100 Operatori Sociali dell’ambito C 1, fra stipendi arretrati e servizi fermi, nonostante i proclami autocelebrativi delle nuove Amministrazioni Comunali, che della sensibilità verso le politiche sociali hanno fatto sempre vanto.
30/12/2016 - Piazza Margherita Caserta
Le Cooperative Sociali che gestiscono i Servizi Socio- Assistenziali dell’Ambito C1 sono allo stremo, con i pagamenti fermi a Settembre 2015comunica Alessandra Cirelli della UGL Caserta - mentre  i lavoratori  vantano dai 6 ai 12 stipendi arretrati.
Alla marcia della Pace il Sindaco Marino  ci ha  promesso per Natale  il saldo fino a luglio 2016 di tutte le spettanze, ma ad oggi qualche cooperativa ha ricevuto circa  di un paio di mensilità, una elemosina per non dire una beffa ….che davvero non meritavamo”

Molti servizi ancora non sono stati avviati: il tutoraggio educativo ed il trasporto disabili  sono fermi da gennaio 2016, mentre la assistenza scolastica agli alunni disabili dall’inizio dell’anno scolastico ancora non è iniziata!! ,- prosegue la sindacalista -  Se a questo aggiungiamo i continui fermi dei servizi avvenuti nell’anno 2016,  che hanno costretto gli Operatori alla  Cassa Integrazione e gli utenti all’abbandono, e la mancanza di tutele sociali per le maestranze, che le sta riducendo di nuovo in condizioni di precariato …. Il bilancio di quest’anno è davvero negativo.” 

“Se l’attenzione ai deboli misura il grado di civiltà della società , oggi dobbiamo seriamente interrogare i nostri amministratori  sulla situazione delle politiche sociali, la cui gravità è davanti agli occhi di tutti e non può più essere negata o dissimulata  – commenta  il Segretario Generale UGL Caserta  Sergio D’Angelo – Sollecitiamo  ancora i Sindaci a farsi immediatamente carico di questa situazione, garantendo l’effettivo sblocco dei pagamenti , per il quale centrale resta sempre la regolarizzazione degli arretrati da parte dei Comuni dell’Ambito, (fino ad ora solo Casagiove risulta  in linea con i versamenti), la continuità assistenziale di TUTTI i servizi e le tutele sociali delle maestranze, che hanno  portato avanti, e di fatto a loro spese!!,  i servizi sociali di questo Ambito con professionalità e dedizione encomiabili.”

Nessun commento: