martedì 15 settembre 2015

Scuola: Mascolo (Ugl), realta' diversa da quella del Governo




Scuola: Mascolo (Ugl),

realta' diversa da quella del Governo 



Non riusciamo davvero a capire quali siano queste risorse destinate alla scuola tanto sbandierate dal premier Renzi e dal ministro Giannini. La realta' che vivono docenti, personale e studenti e' totalmente diversa".

Lo dichiara il segretario generale dell'Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo, aggiungendo che "gli istituti sono ancora carenti di docenti e personale Ata e inoltre la maggior parte delle supplenze sono state assegnate fino all'avente diritto e non come previsto fino al 31 agosto".
"Senza dimenticare - aggiunge - che all'inadeguatezza dei fondi per il funzionamento e per l'edilizia scolastica, si aggiunge il mancato rinnovo del ccnl di categoria. Non e' in questo modo - conclude - che si offre un servizio di qualita': secondo questa riforma, ad esempio, non e' prevista la nomina del supplente in caso di assenze brevi, con il pericolo di accorpamenti delle classi. Il Governo inverta la rotta e si renda finalmente conto delle reali esigenze del mondo della scuola, invece che continuare con provvedimenti che ricadono solo sulle spalle dei lavoratori e degli studenti". 
           
Pienamente in linea con il Segretario Nazionale Mascolo, il Segretario della UGL di Caserta Sergio D'Angelo, che in una nota, invita tutti a firmare la richiesta di referendum abrogativo della buona scuola negli uffici comunali di residenza ed in tutti i  municipi italiani. Apporre la propria firma significa consentire alla Scuola Pubblica Italiana di rimanere luogo di servizi alla persona, di rispetto, tolleranza, inclusione, occasione di crescita umana, palestra di democrazia vissuta, di esercizio della libertà di pensiero, sviluppo delle capacità creative e senso critico degli studenti.
Per questo motivo, continua D'Angelo, ci attrezzeremo con i banchetti, in provincia di Caserta, per facilitare la raccolta delle firme entro il 25 Settembre p.v.  

2 commenti:

Anonimo ha detto...

E' una vera vergogna, inveci d iprogredire regrediamo.

Anonimo ha detto...

Bravo Mascolo sei un grande