martedì 15 settembre 2015

Scuola: Mascolo (Ugl), realta' diversa da quella del Governo




Scuola: Mascolo (Ugl),

realta' diversa da quella del Governo 



Non riusciamo davvero a capire quali siano queste risorse destinate alla scuola tanto sbandierate dal premier Renzi e dal ministro Giannini. La realta' che vivono docenti, personale e studenti e' totalmente diversa".

Lo dichiara il segretario generale dell'Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo, aggiungendo che "gli istituti sono ancora carenti di docenti e personale Ata e inoltre la maggior parte delle supplenze sono state assegnate fino all'avente diritto e non come previsto fino al 31 agosto".
"Senza dimenticare - aggiunge - che all'inadeguatezza dei fondi per il funzionamento e per l'edilizia scolastica, si aggiunge il mancato rinnovo del ccnl di categoria. Non e' in questo modo - conclude - che si offre un servizio di qualita': secondo questa riforma, ad esempio, non e' prevista la nomina del supplente in caso di assenze brevi, con il pericolo di accorpamenti delle classi. Il Governo inverta la rotta e si renda finalmente conto delle reali esigenze del mondo della scuola, invece che continuare con provvedimenti che ricadono solo sulle spalle dei lavoratori e degli studenti". 
           
Pienamente in linea con il Segretario Nazionale Mascolo, il Segretario della UGL di Caserta Sergio D'Angelo, che in una nota, invita tutti a firmare la richiesta di referendum abrogativo della buona scuola negli uffici comunali di residenza ed in tutti i  municipi italiani. Apporre la propria firma significa consentire alla Scuola Pubblica Italiana di rimanere luogo di servizi alla persona, di rispetto, tolleranza, inclusione, occasione di crescita umana, palestra di democrazia vissuta, di esercizio della libertà di pensiero, sviluppo delle capacità creative e senso critico degli studenti.
Per questo motivo, continua D'Angelo, ci attrezzeremo con i banchetti, in provincia di Caserta, per facilitare la raccolta delle firme entro il 25 Settembre p.v.  

mercoledì 2 settembre 2015

UGL - INCROCI SICURI



Terminate le vacanze estive, si torna a parlare dei disagi che caratterizzano la vita dei cittadini della provincia di Caserta. Ad accendere i riflettori sulle problematiche di terra di lavoro la Ugl, il sindacato di Via Vivaldi, ha ufficializzato questa mattina il lancio della iniziativa denominata "Ugl-Incroci sicuri". A partire dai prossimi giorni, hanno spiegato gli ideatori della manifestazione Sergio D'Angelo, Ferdinando Palumbo e Ciro Tarotto, iscritti e quadri sindacali scenderanno in strada per sensibilizzare i cittadini e soprattutto le istituzioni sull'argomento sicurezza delle strade.
"Particolare attenzione" ha argomentato il Segretario provinciale Sergio D'Angelo "sarà dedicata alla situazione di degrado in cui versa il Viale Calo III, la principale arteria di accesso al traffico del capoluogo che a causa del mancato rispetto delle norme del codice della strada, dei venditori abusivi e delle prostitute non viene percepita come un luogo sicuro". "La riapertura delle scuole e la ripresa a pieno regime della produzione delle industrie" secondo Palumbo "comporteranno una maggiore affluenza di automobilisti sulle strade della provincia ai quali vogliamo ricordare come il rispetto delle regole del codice della strada possa evitare incidenti talvolta mortali. E' però giunta l'ora che venga ristabilita la legalità anche fuori dalla automobili, affinché non si ripetano le invettive perpetrate dagli abusivi ai danni dei conducenti delle autovetture". "La nostra sarà una task force fatta di banchetti e volantinaggi organizzati nel centro città durante l'intero mese di Settembre" ha concluso Tarotto "ma non escludiamo Flash mob nei luoghi simbolo del disagio che, nelle nostre intenzioni,  meritano di essere sottratti ad oscenità ed azioni arbitrarie".