martedì 21 aprile 2015



Whirlpoll - Piano industriale inspiegabile

D'Angelo - Ugl Caserta: Questo piano industriale ci lascia perplessi. Portare piú lavorazioni in Italia e chiudere uno stabilimento come quello di Caserta potrebbe significare fare investimenti al rovescio. Scommettere su una politica industriale che mira solo a ridurre i costi senza salvaguardare minimamente la forza lavoro mettendo in serio pericolo il futuro di migliaia di cittadini tra lavoratori e rispettive famiglie, potrebbe significare la fine per il tessuto produttivo casertano. 
Giusto quindi scioperare, a fermarsi saranno anche i lavoratori dell'indotto, delle aziende che lavorano per Whirlpool, che di riflesso vanno in sofferenza.
Il Governo non può consentire che ciò avvenga. Dovrà con forza, già il 27 p.v., intervenire per far cancellare dal piano industriale la chiusura dei due stabilimenti italiani.
Saremo al fianco dei lavoratori e pronti a lottare, con tutte le parti, per tutelare il livello occupazionale della nostra provincia. 

Nessun commento: