martedì 11 febbraio 2014

In collaborazione con il Coordinamento Donne della UGL di Caserta


“Immaginate un miliardo di donne che raccontano le proprie storie, che ballano, parlano ad alta voce…
Fino a quando le donne non saranno libere dalla vergogna, dal senso di colpa, dal dolore, dall’umiliazione e dalla rabbia, un miliardo di persone continuerà a sollevarsi per ottenere GIUSTIZIA"  Eve Ensler

Il 14 febbraio 2013 un miliardo di persone hanno danzato e si sono sollevate in 207 paesi per porre fine alla violenza su donne e bambine
Il 14 febbraio 2014 ore 18.00
Libera una storia nuova. Svegliati Balla Partecipa!
per chiedere GIUSTIZIA
Chiediamo GIUSTIZIA perché qualunque donna, bambina o adolescente abbia il diritto di vivere al riparo dalla violenza e dall’abuso. GIUSTIZIA per le donne maltrattate e uccise.
GIUSTIZIA per quelle che iniziano ora il loro percorso fuori dal silenzio.

                                     UGL CASERTA COORDINAMENTO DONNE


Promuovi l’adesione a OBR nella tua scuola, nel tuo luogo di lavoro, nella tua palestra perché tutti siano consapevoli che la violenza sulle donne NON è una questione privata.
Puoi partecipare anche postando la tua foto con il cartello “LA GIUSTIZIA PER ME è…”  
sulla pagina facebook https://www.facebook.com/obritalia
Maggiori informazioni e l’elenco completo degli eventi in Italia sono disponibili sul sito  obritalia.livejournal.com
    L’evento è in collaborazione con   


CASERTA -  
Coordinamento Donne           



"Un miliardo di donne violate è una atrocità,
            un miliardo di persone che ballano è una rivoluzione"
                                                                                Eve Ensler                                       

sabato 8 febbraio 2014

Coop. Il farro - dopo 26 mesi ancora agitazione



 ​Al Sig. Prefetto di Caserta
                                                     Dr.ssa Carmela Pagano

                                                     Ai Sig. Sindaci dei Comuni di
                                                                                 CASERTA
  CASAGIOVE 
   CASTEL MORRONE
   SAN NICOLA LA STRADA

                                 All’ Assessore Politiche Sociali                                      
                                Dott. Vincenzo Ferrara
                               Al  Coordinatore Ambito C1
                               Dott. Giuseppe Gambardell
                              Alla Coop. Soc. “Il Faro”
                            Legale rappr.te p.t.

Alla Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali                                                                                            

AGLI ORGANI DI STAMPA

Oggetto: Stato di Agitazione degli Operatori della Coop. Sociale Il Faro : Preavvisodi sospensione delle attività Centro Polifunzionale Disabili (San Nicola La Strada)
      
Ill.me SS.VV.,
gli Operatori della  CooperativSociale Il Faro ”, che gestisce  il Centro Sociale Polifunzionale per Disabili di S. Nicola La Strada (Ce) per conto dell' Ambito  C1 (ex C7 - Comune di Caserta), come previsto dai Piani di Zona 2010/2011/2012/2013/2014 in attuazione della Legge 
328/00sono già  in   Stato di Agitazione Permanente da oltre 26 mesi per la mancata erogazione  
delle retribuzioni relative alle suddette annualità.
 a  fronte del perdurare di tale insolvenzasi preannuncia, in assenza di riscontri concreti ed immediati,  la imminente  sospensione dell’ attività  del Centro Polifunzionale Disabili,  finora garantita solo grazie al senso di responsabilità ed alla incredibile dedizionedimostratdagli Operatori, ma divenuta  ormai evidentemente insostenibile.
La scrivente O.S. denuncia in merito una gestione totalmente irresponsabile dell’Ambito, dove all’incertezza sulla reale destinazione delle tranche regionali provenienti dal  Fondo Nazionale politiche Sociali (FNPS)si aggiunge una inadempienza gravissima  dei Sindaci di alcuni Comuni (Caserta e San Nicola La Strada) che   DA ANNI NON VERSANO LE QUOTE  a  lorocarico, (con debiti verso l’Ambito ad oggper un totale di oltre 3 milioni di €), nonché  una  paleseed altrettanto ostinata discriminazione  in atto verso questo servizio, unico operante nell’Ambito  C1 giunto a ben 18 mensilità arretrate.
Si invitano pertanto le SS.VV.   in indirizzo a voler organizzare , ad horasun incontro con
il Coordinamento Istituzionale dell’Ambito C1,  finalizzato a sbloccare e normalizzare la 
corresponsione delle spettanze correnti ed arretratee scongiurare così la inevitabile sospensione di Servizi socio-sanitari di pubblica utilità, ed i conseguenti gravi problemi di ordine pubblico nonché di igiene e sanità.
Distinti saluti 

IL SEGRETARIO GENERALE                        IL RESPONSABILE PROVINCIALE
  UGL – UTL CASERTA   UGL SANITA’ PRIVATA
     -  Sergio D’Angelo -                        -  Alessandra Cirelli -