mercoledì 23 ottobre 2013

giovedì 17 ottobre 2013

CONCLUSA POSITIVAMENTE LA VERTENZA INPS 


Scongiurati i tagli per il 2013

 Giornata di presidio del sindacato al MEF 
Sin dalle prime ore della mattinata, i Sindacati  hanno manifestato unitamente presidiando il Ministero dell'Economia e Finanza a Roma, mentre in tutte le Sedi d'Italia si effettuavano svariate forme di protesta.
Per l'intera mattinata nessuno spiraglio lasciava intrvedere un esito positivo, con un Ministero che nemmeno pensava di ricevere le maestranze.
Solo la tenacia e la derminazione dei dipendenti presenti ha fatto si che verso le 14,00  i Sindacati venissero ricevuti.
Della delegazione anche il Segretario della UGL di Caserta, Sergio D'Angelo. 
Le notizie ricevute, confermate nei prossimi giorni da una nota del Ministero, sono state confortanti.
Difatti la Ragioneria Generale dello Stato, valutati positivamente gli sforzi fatti dall'INPS, che nel corso dell'anno ha incorporando, a costo zero, altri Enti  mantenendo invariati i servizi sia come quantità che qualità, ha ritenuto di accettare la seconda variazione di bilancio presentata dai vertici dell'Istituto.
Ciò consentirà ai lavaoratori di non perdere, per il 2013, la parte di salario accessorio che carattaerizza la retribuzione dei dipendenti INPS ed ex INPDAP.
Invariate invece le cifre relative ai tagli previsti per il 2014 dalla Legge di stabilità.
Esito positivo, quindi, che non consente però di abbassare la guardia e che impegna i Sindacati ad attivarsi da subito per cominciare a parlare del 2014.


www.uglcaserta.eu

lunedì 7 ottobre 2013

Trasporto in provincia di Caserta







Trasporti in provincia di Caserta
Lattera alle istituzioni



         Al Presidente della Giunta
                                                                      Regionale della Campania
                                                                      On. Stefano Caldoro
                                                                      All’Assessore Reg.le Trasporti
                                                                      Ing. Sergio Vetrella
                                                                      Al Coordinatore A.G.C. Trasporti
                                                                      Regione Campania
                                                                      Avv. Gaetano Botta
                                                                      Al sig. Prefetto di Caserta
                                                                      Dr. Ezio Monaco
                                                                      Al sig. Prefetto di Napoli
                                                                      Dr. Giuseppe Musolino 
                                                                      Al Presidente Provincia di Caserta
                                                                      On. Dr. Domenico Zinzi
                                                                      Al Sindaco di Caserta
                                                                      Egr. dr. Pio Del Gaudio 
                                                                      Ai sigg. Direttori Organi di Stampa
                                                                      e TV 
                                                                      LORO SEDI       


Le recenti vicende occorse alla ditta CLP spa succeduta  all’ACMS, azienda spa a capitale pubblico fallita lo scorso anno, meritano di essere seguite con la massima attenzione da tutti i Soggetti istituzionali deputati dalle vigenti leggi alla cura della mobilità dei cittadini.
         La procedura iniziata dalla Regione Campania, tendente alla sostituzione della Società CLP spa con altro Soggetto Vettore avente tutti i requisiti previsti dalla vigente legislazione di Settore, stante l’informativa antimafia del Prefetto di Napoli a carico della Società, pone seri interrogativi sulla reale capacità degli Enti locali titolari della Contrattazione di Servizio, di scelta dei Vettori in grado di garantire il pubblico servizio di trasporto.
         Nel clima di totale incertezza è necessario, qualora venga decisa dalla Regione Campania e dagli Enti committenti, l’assegnazione delle autolinee ex ACMS ad altra Società che dovrà essere inequivocabilmente a capitale pubblico, di garantire il diritto alla mobilità dei centinaia di migliaia di cittadini della provincia di Caserta nonché i livelli occupazionali di un organico ex ACMS già super decimato da anni di tagli ai finanziamenti, di pensionamenti e di messa in mobilità di personale.
         Nel quadro delle decisioni strategiche che la Regione Campania dovrà adottare per il comparto dei Trasporti, si rende necessario il coinvolgimento di tutti gli Attori istituzionali compresi Provincia di Caserta e Comune capoluogo al fine di dare una risposta definitiva alla domanda di trasporto che, nell’attuale congiuntura economica, proviene da sempre maggiori componenti della popolazione casertana.
         Questa O.S. da sempre in prima fila per il rispetto dell’etica nei servizi pubblici e della tutela dei cittadini e dei lavoratori, sollecita pertanto la Regione Campania e gli Enti locali competenti nonché i sigg. Prefetti di Napoli e di Caserta, ad adottare decisioni chiare, immediate e definitive sul destino del Trasporto pubblico in provincia di Caserta e di mettere la parola “fine” ad un incubo che dura ormai da oltre un decennio.
         Distinti saluti.

domenica 6 ottobre 2013

 GIORNATA DI ORGOGLIO NAZIONALE 
CASERTA - PIAZZA DELLA PREFETTURA

 La mobilitazione voluta fortemente dalla Confederazione UGL per OCCUPAZIONE, IVA, IMU, CIG, ESODATI, ALIATALIA, TELECOM, FINMECCANICA, PUBBLICO IMPIEGO e PENSIONATI, si è tenuta come in tutte le piazze d'Italia, anche a Caserta, nel piazzale antistante il Palazzo di Governo. 
Al gazebo della UGL, dalle 9 alle 14.00 nonostante la pioggia incessante tantissimi cittadini si sono avvicinati per mostrare il loro disappunto e per lanciare un grido di sofferenza per tutte le problematiche che attanagliano "Terra di Lavoro" e non solo.
Particolare disappunto è stato espresso per le ormai note vicende, che hanno trasformato Terra di Lavoro in Terra dei Fuochi.
 Durante la manifestazione tantissimi hanno voluto lasciare una foto con un cartello, in segno di solidarietà e vicinanza per tutte le vittime del disastro ecologico. 

martedì 1 ottobre 2013


GIORNATA DI ORGOGLIO NAZIONALE

La Segreteria Confederale e I'Esecutivo Federale dell'UGL hanno unanimemente deliberato che nella giornata di sabato 5 ottobre prossimo vengano organizzati presidi dell'UGL davanti a tutte le Prefetture d'ltalia per sensibilizzare i Parlamentari sullo stato drammatico del nostro Paese e sulle reali condizioni di vita dei cittadini italiani, invitandoli a partecipare ad essi e a confrontarsi con noi.
Tale iniziativa tende a trovare le risposte più ampie e più condivise a un declino istituzionale e politico senzaprecedenti, il cui perdurare, soprattutto in una situazione di grave crisi economica, ma anche morale, si tradurrebbe in un danno irriversibile per il nostro già martoriato Paese.
Ciò di cui necessita assolutamente l'Italia è di avere un governo forte, serio e duraturo che si occupi delle emer genze, quali la legge di stabilità e una seria politica economica orientata a produrre le attività industiiali strategiche contro evidenti tentativi messi in atto da altri paesi di impossessarsi delle nostre eccellenze produttive, approfittando di un periodo di debolezza e di perenne conflittualità interna. Da questo punto di vista è urgente trovare degli interlocutori nel governo con i quali risolvere i gravi problemi esistenti in aziende come Telecom, Alitalia Finmeccanica.

Secondo I'UGL occorre subito, senza alcun distinguo di provenienza politica, un governo
forte e compatto capace di fare l'indispensabile e di occuparsi dei lavoratori pubblici e privati, pensionati, disoccupati, esodati, famiglie e imprese. Andare oggi a nuove elezioni' in una condizione di forte conflittualità, aggraverebbe la già tanto difficile condizione in cui versiamo e presterebbe ancor piu il fianco ai tanti appetiti internazionali che si stanno riversando sull'Italia. Non sono in gioco gli interessi dei partiti, è in gioco I'interesse supremo del Paese. 

La UGL di Caserta ti aspetta sabato mattina, 5 0ttobre dalla 9.00 alle ore 13.00 per ascoltare il tuo parere in merito.