giovedì 12 settembre 2013

FISIO-DAY : CONFERENZA STAMPA E PETIZIONE DELLA UGL PER L’EMERGENZA SALUTE MENTALE A CASERTA




FISIO-DAY : CONFERENZA STAMPA E PETIZIONE DELLA UGL    PER L’EMERGENZA SALUTE MENTALE  A  CASERTA


Dalla storia di Marco Cavallo, simbolo della lotta  intrapresa da  Basaglia  e la sua equipe nel 1972 per  liberare  i malati di mente da una psichiatria antiquata… alla chiusura del Manicomio di Aversa nel 1998,
  dall’ apertura della S.I.R “Melampo”(Struttura Intermedia Residenziale) …. alla sfida di fare un salto di qualità, attraverso un cammino di  crescita, confronto e condivisione continua,
  dall’Audit Civico di  Cittadinanza Attiva …..alla situazione dell’OPG di Aversa,
  dalla  normativa sanitaria ….. al confronto dei costi fra ospedalizzazione e riabilitazione……. al Bando di Gara della Asl Caserta  del 02 Luglio u.s,  che spazza via tutto il loro lavoro …….
gli Operatori della Cooperativa  Sociale l’Aquilone  oggi hanno aperto  virtualmente le porte dello “spazio intermedio” che gestiscono da 15 anni, condividendone  metodi, sforzi, valori, dolori, e ….numeri : ben 103 dimissioni in 15 anni, con un notevole abbattimento della spesa sanitaria ed una comprovata  appropriatezza delle cure!

            « Servizi socio-assitenziali, servizi socio-sanitari, Riabilitazione, Diagnostica e Specialistica, Case di Cura, Salute Mentale: Welfare e Sanità sono oramai solo un parlare di numeri e  bilanci,  motivazioni ragionieristiche ed assurdi  ostacoli burocratici,  mentre bisogni dei pazienti, qualità dei servizi e rispetto del lavoro passano in secondo piano  - incalza Alessandra Cirelli della Ugl Sanità Caserta –  Ma davvero si ritiene che convenga questo genere di risparmio, o piuttosto  il taglio di spesa che non produce salute determina un falso risparmio, quando non cela anche un illecito arricchimento o non risponde a logiche colluse di spartizione della torta!?! »

            Lanciata  per l’occasione una petizione contro il taglio  dei posti letto e  per il mantenimento della equipe riabilitativa, che è la vera forza della Sir  di Caserta, nonché per   esportare  il modello riabilitativo “Melampo”,   in sostituzione di quello meramente assistenzialistico, anche alle altre SIR della Provincia.

« Prevenzione, Riabilitazione, Reinserimento sociale e lavorativo:  noi riteniamo che queste spese  costituiscano  il vero risparmio, poiché permettono di evitare cronicizzazione e disagio sociale. Non vi è  offerta economicamente più vantaggiosa, non vi è  sanità auspicabile se non quella che crea salute, lavoro e dignita.  – spiega il Segretario della Ugl Caserta Sergio D’Angelo
-  Nei prossimi giorni  porteremo il caso  Je so pazzo  in                 V Commissione Sanità,  affinchè  grazie alla battaglia di questi coraggiosi Operatori  possa migliorare la realtà della Salute Mentale nella nostra Provincia.  

Prosegue dunque  lo Stato di Agitazione degli Operatori della Coop. Sociale l’Aquilone , ed ai giornalisti che hanno disertato la Conferenza Stampa  i lavoratori  annunciano, con amarezza e determinazione: “il vostro silenzio sarà la nostra forza!”


Nessun commento: