giovedì 5 aprile 2012

UGL CASERTA DUE GIORNI IN PREFETTURA : VERTENZA SANITA’ PRIVATA / VERTENZA AMBITO C7 .

A seguito della proclamazione dello Stato di Agitazione della Sanità Privata , martedì’ 3 Aprile si è tenuto in Prefettura un incontro che ha visto i rappresentanti di ASL, AIOP e delle OO.SS. confrontarsi sulle problematiche e le criticità del comparto, che vede da un lato le strutture accreditate ed i lavoratori in grosse difficoltà per i continui ritardi nei pagamenti e dall’altro l’erogazione dei servizi sanitari che sta assumendo un preoccupante carattere stagionale, con serio danno per la salute dei cittadini.


“Abbiamo avuto garanzie che entro il mese di maggio verrà saldato tutto il 2011 e che nell’arco di 60 giorni , in attuazione del DCA n 12/11, saranno saldati anche i crediti pregressi fino al 2010 – spiega Alessandra Cirelli dell’UGL di Caserta - Una boccata di ossigeno per i Centri accreditati, che necessariamente deve tradursi in stipendi per i dipendenti, sui quali si è di fatto trasferito, loro malgrado, il disavanzo dell’ASL.”

Ridefinizione della quota procapite assegnata alla Provincia di Caserta, verifica dei criteri di assegnazione dei tetti di spesa alle strutture, apertura dei Tavoli Tecnici Provinciali alla partecipazione di sindacati ed associazioni di Disabili ( nel rispetto della normativa vigente), sostegno ai livelli occupazionali delle strutture in uscita da CIG in deroga, queste le principali richieste avanzate dalla UGL di Caserta.

“Le nostre richieste corrispondono alla necessità che vi sia partecipazione e trasparenza nella programmazione dei servizi e nella verifica degli stessi – prosegue la sindacalista – anche al fine di scongiurare che anche quest’anno si ripeta il rituale quanto grave verificarsi di sospensioni del servizio sanitario.”



Nella giornata di Mercoledì 04 Aprile la UGL è stata nuovamente convocata in Prefettura, unitamente al Comune di Caserta, per affrontare la vertenza relativa ai lavoratori della 328 dell’Ambito C7, oramai noti come “i Fantasmini”.

Tragiche la realtà di questi lavoratori portata dalla Ugl all’attenzione della Prefettura, con lavoratori che vantano crediti che variano, a seconda delle mansioni, da un minimo di 15 mesi ad un massimo di 24 mesi. Dati tutti confermati dall’Assessore Casale e dal coordinatore Gambardella, che hanno garantito che nella mattinata di oggi sono scesi in banca i mandati di pagamento di 2 mensilità, e che nel mese prossimo sarà erogata almeno un’altra mensilità, esprimendo , anche a nome dei 4 Comuni dell’Ambito, la volontà di riportare nella civiltà questa incredibile situazione, frutto di anni di cattiva gestione e ritardati pagamenti.

“I Fantasmini riprendono da domani a lavorare - comunica la Dirigente UGL Alessandra Cirelli - soddisfatti … ma con l’amaro in bocca, poichè fra le molte promesse e solidarietà ricevute dovranno continuare a fare i conti con il proprio dissesto economico e con lunghi tempi di ripresa prospettati. Per questo abbiamo chiesto incontri con cadenza bimensile, per verificare l’andamento del piano di rientro ed affrontare eventuali criticità senza dover ricorrere alla proclamazione di ulteriori procedure di raffreddamento”.

“Un grazie particolare – commenta il Segretario Provinciale della UGL Sergio D’Angelo - al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, “che con il suo intervento ci ha aperto le porte della Prefettura. In questa sede abbiamo rinnovato la richiesta che con urgenza i Comuni dell’Ambito C7 ratifichino la Convenzione ONU sui Diritti dei Disabili, non come atto di mera formalità, ma come risposta concreta all’esigenza di colmare la discrepanza fra il riconoscimento di diritti costituzionali inviolabili e l’ assenza di strumenti legislativi a tutela degli stessi, e come condizione necessaria affinchè si verifichi un reale salto di qualità nelle politiche sociali del nostro territorio”:

Nessun commento: