domenica 16 ottobre 2011

FANTASMINI CASERTA

Caserta, 17/10/2011

Dott. Ermanno Russo

Assessore Attività Sociali - Assistenza Sociale

Regione Campania

Via Santa Lucia, 81 - 80134 Napoli


email: ass.russo@regione.campania.it

Dott.ssa Rosa Di Maio

Assessore Politiche Sociali e Sanitarie

Provincia di Caserta

Corso Trieste 133 - 81100 Caserta

fax 0823 - 750586

email: assessoredimaio@provincia.caserta.it

Preg.mi Signori Sindaci dei Comuni di

CASERTA

CASAGIOVE

CASTEL MORRONE

SAN NICOLA LA STRADA

Preg.mo

Presidente della Provincia

On. Domenico Zinzi

Prot. 134/utl/2011

Preg.mo

Direttore D.P.L.

Dr. Angelo Petrocelli


81100 - CASERTA

Agli Organi di Stampa


OGGETTO: Operatori Servizi Sociali Ambito C7 (Caserta).



Pregiatissimi Assessori,

considerando ormai deplorevole quanto sta accadendo agli Operatori dell'Ambito C7 della Provicnia di Caserta, composto dai quattro comuni in indirizzo con Caserta comune capofila, chiediamo il Vs. autorevole intervento al fine di programmare e garantire una soluzione alla situazione di cui appresso.

I circa 60 operatori sono orami da 14 mensilità senza retribuzione eppur sino ad oggi hanno portato avanti il loro servizo senza interruzioni.

Circa 10 giorni fa manifestammo per le strade della città per sensibilizzare le istituzioni ed essere ricevuti dal Prefetto. In quella stessa giornata le dichiarazioni rese dall'Assesore Emiliano Casale del Comune di Caserta alla stampa ed agli operatori stessi lasciavano intrevedere qualche spiraglio imminente per l'erogazione di alcune retirbuzioni agli addetti, ad oggi però ancora non effettuate.

Siamo riusciti ad ottenere un incontro con il Sindaco di Caserta, l'Assessorato competente e l'Ufficio Ragioneria del Comune con la speranza di capire i marigini di fattibilità per il rientro delle retribuzioni arretrate degli operatori, ma nel frattempo abbiamo il dissesto finanziario del Comune che ci pesa sul collo come la spada di Damocle.

Siamo convinti che 14 mesi di inosservanza di norme contrattuali quali l'erogazione delle retribuzioni destabilizzi ogni tipo di economia, sia familaire che indiviuale, e che un lasso di tempo così ampio generi condizioni di crisi e disagio insostenibile in ogni lavoratore.

Di qui la necessità di intervenire ed intervenire subito per non causare danni irreversibili a questi esserei umani ormai veramente ai limiti e pronti ad incrociare le braccia non per protesta ma per l'impossibita di compiere “dignitosamente” gli atti quotidiani della vita.


Ci è stato detto che circa 300.000 € sono stati stanziati dalla Regione, che altri 100.000 € sono stati erogati da alcuni Comuni aprtenenti all'Ambito noi vogliamo, anche grazie al Vs. aiuto, che tali fondi siano effettivamente, e nel più breve tempo possibile, finalizzati a coprire le retribuzioni arretrate dei circa 60 Operatori.


Certi di un immediato riscontro, si porgono cordiali saluti.

IL SEGRETARIO TERRITORIALE

- Sergio D’Angelo -

Nessun commento: