mercoledì 15 ottobre 2008

Roma: La Ugl Caserta al convegno sulle pari opportunità

Una rappresentanza della Ugl Caserta composta dalle sindacaliste Angelica Pizzuti, Claudia Giannini, Simona Abbate e capitanata dal Segretario Provinciale Sergio D'angelo ha preso parte ieri, a Roma, ad un convegno organizzato del Dipartimento dei diritti e delle opportunità per tutti sapientemente coordinato dalla dirigente nazionale del sindacato Ornella Petillo. Numerosi gli interventi della tavola rotonda che ha visto come protagonisti il sottosegretario al ministero del Lavoro, Eugenia Roccella, il presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Federica Guidi, il Capo dipartimento per le Pari opportunità Isabella Rauti, e la Consigliera nazionale delle Pari opportunità Fausta Guarriello. L’apertura dell’evento è stata affidata al segretario confederale Marina Porro ; “Occorre rivedere la Legge 53/00 "ha dichiarato la sindacalista" perché il nostro Paese ha subito troppi cambiamenti”. La Porro ha poi illustrato le problematiche delle lavoratrici impegnate a conciliare le proprie carriere con le esigenze della famiglia e la mancanza di adeguate infrastrutture.
Il segretario nazionale Renata Polverini nel chiudere la manifestazione ha tenuto a precisare che le pari opportunità di cui si è discusso nel convegno, non fanno riferimento soltanto alle donne ma a tutte quelle persone che in un certo modo subiscono delle discriminazioni. “Dobbiamo ripartire dal quoziente familiare così come riportato nel programma del Governo” afferma il segretario generale Polverini, “e anche se c’è crisi finanziaria sono questi i criteri sui quali basarsi per aiutare i nuclei familiari e le categorie più deboli; tali interventi andrebbero inseriti nella contrattazione di secondo livello”.

I.n.p.s.- La Ugl Caserta si mobilita




In data 10/10/2008 si è svolta a Roma, presso la Direzione generale dell’Inps, un’assemblea sindacale, alla quale tra le diverse sigle convenute hanno preso parte anche le Rappresentanze Sindacali Unitarie della Ugl Caserta Sergio D’Angelo e Monica D’Annolfo, sostenute da circa 150 colleghi intenzionati a far sentire la propria voce. Motivo della protesta la critica al decreto Brunetta/Tremonti, convertito in legge 133/2008, già in atto da Luglio.
La delegazione ha partecipato al dialogo con i vertici dell’Amministrazione sulle delicate problematiche che si prospettano a seguito dell’entrata in vigore della legge in questione; dialogo sfociato nella presa di coscienza e nell’impegno del Commissario Mastrapasqua affinché vengano reperiti i fondi necessari al finanziamento del salario accessorio 2009. Il Segretario provinciale U.g.l. Caserta Sergio D’Angelo spiega : “Da Gennaio 2009 il sistema premiale, adottato dall’I.n.p.s. già da tempo, sarà esteso anche agli altri enti pubblici e amministrazioni dello Stato. Tuttavia all’aumento della produttività non corrisponde un vero aumento delle risorse, si parla infatti di tagli alle spese. Il sistema diventa sperequativo, discriminatorio e porterà ad una riduzione dei salari di circa 500 Euro al mese. Pur condividendo una riorganizzazione del Pubblico Impiego” conclude il sindacalista “non condivido il sistema adottato nella normativa. Non è giusto intaccare le retribuzioni di chi onestamente svolge la propria attività.” Le agitazioni nel settore pubblico non finiranno qui, a breve infatti è prevista una nuova mobilitazione per il rinnovo dei contratti.