martedì 13 novembre 2007

E’ SCANDALOSO QUELLO CHE ACCADE AL BRICOVERDE S.R.L. DI CAPODRISE.


Lo ha dichiarato Sergio D’Angelo – Segretario Provicniale della UGL di Caserta – in relazione alla vicenda del dipendente Maccariello Clemente.
Quest’ultimo venne licenziato in data 10/03/2005 e nonostante la definitiva sentenza del 18/05/2007 che stabilva la reintegra definitiva del lavoratore nel posto di lavoro ed il risarcimento del relativo danno, ad oggi l’Azienda non ha ancora provveduto ad attuare la sentenza..
“ è veramente scandaloso che per un licenziamento illeggittimo si sia costretti a rimanere per oltre due anni e otto mesi fuori dal mondo del lavoro” afferma Sergio D’Angelo Segretario Provinciale della UGL di Caserta, Sindacato che ha seguito la vertenza, che continua: ” durante l’intera fase del processo, come O.S. abbiamo avuto modo di avvertire le sofferenza del lavoratore il quale, coniugato e padre di due figli di 3 e 5 anni era improvvisamente rimasto privo dell’unica fonte di reddito e della mancanza dei mezzi necessari per soddisfare le improrogabili necessità alimentari, senza peraltro riuscire a reperire un’altra occupazione. Tale dato estremamente negativo, nella nostra provincia investe migliaia di lavoratori i quali, avendo perso il proprio lavoro a causa della ormai perenne crisi occupazionale ed economica, sono nella impossibilità di reinserirsi in un circuito lavorativo, che diventa di giorno in giorno più ristretto, favorendo solo lavoro nero e mal pagato, a discapito della dignità e sicurezza del lavoratore.”.
Ma la cosa inaccettabile è che al danno si aggiunga la beffa. Infatti non si riesce a comprendere perché, anche a seguito di una sentenza definitiva la Società BRICOVERDE S.R.L. DI CAPODRISE si ostina a non voler ridare al Maccariello la propria dignità di lavoratore.

Come organizzazione Sindacale, conclude Sergio D’Aangelo, continueremo ad assistere il lavoratore con tutti gli strumenti in nostro possesso.

1 commento:

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie