Il Servizio del ministero dell'Interno riguarda non solo le domande di nulla osta al lavoro per cittadini non comunitari, anche quelle per il ricongiungimento familiare e per richiedere l'ammissione ai test di conoscenza della lingua italiana per il rilascio del permesso di soggiorno.

Istanze attraverso il sito del Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione

Dalle ore 9 di ieri sono disponibili, per la precompilazione, i moduli per la presentazione delle istanze. L'invio delle istanze di lavoro autonomo e non stagionale si potrà effettuare dalle 9 di martedì 23 gennaio. Dalla stessa ora del giorno successivo saranno disponibili, sempre per la precompilazione, i moduli per le domande di lavoro stagionale. Invio dalle 9 di mercoledì 31. Diversi i modelli, da "A" e "B" per lavoratori di origine italiana residenti in Argentina, Brasile, Uruguay e Venezuela a 'Z' per la conversione dei permessi di soggiorno per studio, tirocinio e formazione in lavoro autonomo.
Necessaria la registrazione. Occorre indicare nome, cognome, indirizzo di posta elettronica, data di nascita e password. L'accesso è possibile inserendo il dato richiesto nel campo "e-mail utente" e la password scelta. Tutti gli invii, compresi quelli generati con l’assistenza delle associazioni o dei patronati, saranno gestiti dal programma in maniera singola, domanda per domanda, non “a pacchetto”, sulla base del rispettivo ordine cronologico di presentazione.

I Paesi di provenienza

Relativamente al lavoro subordinato stagionale, sono previsti 18 mila cittadini non comunitari residenti all'estero. La ripartizione - si legge sul sito internet del ministero dell'Interno - sarà effettuata dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali fra le regioni italiane, comprese le province autonome. In particolare cittadini di ventinove Paesi. Nell'ambito del continente europeo, in particolare, Albania, Bosnia_Herzegovina, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Kosovo, Moldova, Montenegro, Serbia, Ucraina.
Per l'Africa, Algeria, Costa d'Avorio, Egitto, Etiopia, Gambia, Ghana, Mali, Marocco, Mauritius, Niger, Nigeria, Senegal, Sudan e Tunisia. Per l'Asia, Corea, Filippine, Giappone, India, Pakistan, Sri Lanka. Per l'America, El Salvador.

Immigrazione e asilo

Sul tema dell'Immigrazione, nonché su quello dell'asilo, è dedicata un'intera sezione del sito internet del ministero dell'Interno. Si punta a "coniugare il rispetto delle regole e il controllo dei flussi migratori", attraverso "l'integrazione degli stranieri" e l'accoglienza di quanti chiedono asilo, ma "garantendo l'ordine e la sicurezza [VIDEO]". I richiedenti asilo sono coloro che, dopo aver lasciato il Paese natio e inoltrato apposita richiesta, attendono la decisione della Commissione competente sul riconoscimento di una forma di protezione.